Disturbi alimentari: scopri di più

Disturbi-alimentari

I disturbi alimentari sono complesse condizioni psicopatologiche che si manifestano attraverso un’alterazione delle abitudini alimentari e un’eccessiva preoccupazione per il proprio peso e forma corporea

L’insorgenza è prevalentemente durante l’adolescenza ed è colpita soprattutto la popolazione femminile, tuttavia di anno in anno l’età d’esordio si sta drammaticamente abbassando, tanto che sono sempre più frequenti diagnosi in età preadolescenziale e nell’infanzia, il divario tra popolazione femminile e maschile si sta riducendo. 

Si tratta di patologie con un’origine complessa e multifattoriale in cui fattori genetici e fattori ambientali contribuiscono a causare la malattia.

Quali sono i disturbi alimentari?

Esistono diversi disturbi alimentari, fra i principali e più noti rientrano l’anoressia nervosa, la bulimia nervosa e il disturbo da alimentazione incontrollata (o binge eating disorder). Ora vediamo in dettaglio le caratteristiche di ciascun disturbo.

1. Anoressia nervosa

Le caratteristiche principali dell’anoressia nervosa sono:

  • Estrema preoccupazione per peso e forma corporea
  • Peso e forma corporea influiscono moltissimo sull’autostima (↓)
  • Messa in pratica di comportamenti per non aumentare di peso come mangiare poco, digiunare, saltare i pasti, fare eccessiva attività fisica
  • Mancanza di riconoscimento della gravità del sottopeso e negazione di avere un problema
  • Condizione di sottopeso da lieve a grave

2. Bulimia nervosa

Le caratteristiche principiali della bulimia nervosa sono:

  • Estrema preoccupazione per peso e forma corporea (comune all’anoressia)
  • Peso e forma corporea influiscono moltissimo sull’autostima (↓) (comune all’anoressia)
  • Frequenti episodi di abbuffata, ovvero mangiare in un certo tempo una quantità di cibo maggiore rispetto a quella che di solito si mangia
  • Sensazione di perdere il controllo durante l’abbuffata
  • Messa in pratica di comportamenti per compensare l’aver mangiato tanto e quindi evitare di aumentare di peso
  • Il peso è nella norma

3. Disturbo da alimentazione incontrollata

Le principali caratteristiche del disturbo da alimentazione incontrollata sono:

  • Frequenti episodi di abbuffata (comune alla bulimia)
  • NON sono messi in atto comportamenti per compensare e non prendere peso
  • Nel corso dell’abbuffata: mangiare più rapidamente del normale, mangiare fino a sentirsi sgradevolmente pieni, mangiare tanto anche senza essere affamati, mangiare soli poiché si sperimenta vergogna, sentirsi disgustati da sé, depressi e molto in colpa una volta finito
  • In sovrappeso o in condizione di obesità

Elementi in comune tra i vari disturbi

I disturbi alimentari presentano manifestazioni anche molto diverse, tuttavia alcune caratteristiche sono comuni a tutti:

  • Sofferenza per come valutano il loro peso e la loro forma corporea
  • Si vedono grassi
  • Aver fatto esperienza di diete ferree, spesso basate su credenze rigide ed errate sul cibo
  • Guardarsi spesso allo specchio o pizzicarsi in diversi punti del corpo per valutare la forma corporea (check del corpo visivi e tattili)

I disturbi alimentari possono provocare gravi conseguenze negative sul piano della salute fisica sul breve e lungo periodo, e un po’ in tutti gli ambiti di vita della persona (familiare e sociale in modo più generalizzato, scolastico, lavorativo)

Tuttavia, seppure si tratti di condizioni complesse e gravi possono essere curate e si può anche lavorare a fini preventivi!

Autrice

Dott.ssa Margherita Tisi – Psicologa psicoterapeuta.
Mi trovate anche su Instagram e Facebook!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Corso “Torta Moderna – Bocciolo di Rosa”

con Rosalind Pratt

e molti altri corsi
nella nostra Webschool

Vedi tutti i Corsi

X